Giorgio Celli

Giorgio Celli – L’ape, un insetto zen

da Esopario (1991)

Anonimo italiano – L’ape

L’ape: Un’Ape stamattina di buon’ora è venuta a ronzar nella mia stanza: – Che vuoi? Le ho chiesto. Ed essa: È già l’aurora e l’universoContinua a leggere

Attilio Bertolucci

Attilio Bertolucci – La rosa bianca

da Fuochi in novembre (1934) La rosa bianca: Coglierò per te l’ultima rosa del giardino, la rosa bianca che fiorisce nelle prime nebbie. Le avide apiContinua a leggere

Renzo Pezzani

Renzo Pezzani – L’ape e il fiore

L’ape e il fiore: Il fiore disse all’ape affaccendata: “Sei davvero sfacciata! Il nettare mi rubi e te ne vai e un dono, in cambio,Continua a leggere

Umberto Saba – A mia moglie

  A mia moglie (da Il canzoniere): E così nella pecchia ti ritrovo, ed in tutte le femmine di tutti i sereni animali che avvicinanoContinua a leggere

Khalil Gibran – Il piacere

  Il piacere (da Il profeta): E ora domandatevi in cuore: “Come potremo distinguere il buono dal cattivo nel piacere?” Andate nei vostri campi eContinua a leggere

Luisa Giaconi – L’ape in tribunale

  L’ape in tribunale: Con l’indice puntato sull’ape meschinella, diceva l’avvocato: “Io chiedo c’hessa venga rinchiusa in una cella per questo suo reato: appropriazione indebitaContinua a leggere

Edgar Lee Masters – Davis Matlock

  dall’Antologia di Spoon River (1916) Davis Matlock: Supponi che non ci sia altro che l’alveare: che ci siano fuchi e operaie e regine, eContinua a leggere

Giovanni Pascoli – Il gelsomino notturno

  da Il gelsomino notturno: E s’aprono i fiori notturni, nell’ora che penso ai miei cari. Sono apparse in mezzo ai viburni le farfalle crepuscolari.Continua a leggere