Utilizzo alternativo della cera

Ren Ri, un giovane apicoltore cinese di 31 anni, dopo aver iniziato ad interessarsi di apicoltura nel 2006, ha deciso di reinterpretare il suo lavoro (e quello delle sue api) realizzando delle sculture in cera.

Queste sculture, realizzate attraverso un processo piuttosto complesso di interferenza ed interazione con le api, sono dei veri e propri capolavori in mostra alla Pearl Lam galleries di Hong Kong.

VID Artist Controls Bees To Make World Map
Mappa mondiale

La serie si chiama “Element I: The origin of geometry” ed è interamente realizzata in cera d’api. Oltre a rappresentare una mappa mondiale, Ren Ri ha realizzato anche mappe di diversi paesi:

18.jpg
Giappone

Altre opere interessanti di questo giovane artista implicano l’utilizzo di poliedri e cubi in plexiglass con all’interno delle strutture per la costruzione dei favi:

bees-1

In queste sculture, la regina viene messa al centro e, dopo aver introdotto il resto della famiglia di api, l’artista ruota la scultura ogni 7 giorni in base al lancio di un dado, un atto che (a suo dire) si riferisce alla concezione biblica della creazione.

Il dado, oltre ad inserire nell’equazione l’elemento della casualità, cambia anche l’effetto della forza di gravità, costringendo le api a costruire in differenti direzioni e creando quindi forme sempre nuove ed inaspettate.

Condividi l'articolo:

0 Replies to “Utilizzo alternativo della cera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *